Facevano ricette false per acquistare medicinali e produrre “New Joint”, la droga degli adolescenti

Operazione “New Joint bis”: la Polizia arresta quattro giovani per cessione di  medicinali e stupefacenti anche a minorenni

Roma – A seguito di un’indagine terminata nel luglio del 2020, che ha portato all’inserimento in comunità di 3 minorenni indiziati di spaccio di sostanze medicinali ad effetto psicotropo, anche davanti a istituti scolastici, le Polizia ha individuato un gruppo criminale composto da 9 giovani maggiorenni con l’accusa di acquisto e vendita di stupefacenti.

La nuova droga si chiama “New joint”

Il gruppo criminale produceva ricette false con nomi fittizi di medici per procurarsi le medicine necessari alla fabbricazione di una sostanza stupefacente chiamata “new Joint” costituita da “ossidone” e “metadone” che poi diluito in acqua o altre bevande, mescolato con morfina e codeina dava l’effetto psicotropo.

Da “Sex & Drugs & Rock & Roll” ai rapper

“Lean” o “Perk” sono le sostanze stupefacenti di cui i trapper parlano nei loro pezzi, e sono in voga soprattutto tra gli adolescenti. Uno sballo pericoloso e letale che ha portato alla morte due ragazzi di terni, Flavio e Gianluca, nel luglio del 2020.

La Codeina e il metadone sono oppiacei che se vengono assunti con continuità danno dipendenza e diventa complicato uscirne. Per la Purple Drank non si può ancora parlare di dipendenza ma il fenomeno è comunque preoccupante.

Cosa è la “Purple Drank”

È una droga a basso costo. Ne “parlano bene” i trappe come Sfera Ebbasta e Dark Polo Gang, ma anche Justin Bieber.
La “Purple Drank” ha anche altri nomi: sizzurp, lean, syrup, barre, purple jelly, Texas tea, dirty Sprite. 

Per prepararla è sufficiente uno sciroppo per la tosse che contenga codeina e una bibita.

A portare alla ribalta la codeina è la morte nel 2000 di   Dj Screw nel suo studio di registrazione a Houston.  L’autopsia imputa il decesso all’ abuso di codeina e valium. Altre vittime della codeina sono state, negli anni successivi, Big Moe e Pimp C.

Il rapper Lyl Wayne, nel 2013,  è finito all’ospedale in preda alle convulsioni per un presunto abuso di “Purple Drtank”.

Certo, le “nuove droghe” fanno notizia quando ci vanno di mezzo i personaggi famosi. Ma il problema vero è la diffusione di queste sostanze psicotrope tra ragazzi dei nostri quartieri. La ricerca dello sballo non ha tempo, ha radici antiche e i suoi cattivi maestri.  Nonostante l’utilizzo di nomi in apparenza moderni, la droga è sempre droga.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta