Post su Fb su candidata PD: la viceministra Castelli condannata per diffamazione aggravata

Dovrà pagare una sanzione di oltre mille euro, più 5.000 euro alla parte civile. A gennaio il processo per altri 6 imputati che hanno scelto l’abbreviato

Torino – Il tribunale di Torino ha condannato per diffamazione aggravata la viceministra dell’Economia Laura Castelli, in quota M5S. Il procedimento riguardava un post su Facebook in cui criticava la scelta di Piero Fassino di candidare nelle liste Pd, per le amministrative 2016, Lidia Roscaneanu.
Sotto il post furono molti gli insulti sessisti e razzisti contro la donna, di origini romene. La Castelli è stata condannata a una sanzione di 1.032 euro e dovrà pagare 5mila euro alla parte civile.
Condannati anche altri due imputati, mentre altre tre persone sono state assolte per la “tenuità del fatto”. A gennaio saranno processati altri 6 imputati che hanno scelto l’abbreviato e il patteggiamento.

Il post della viceministra

Viceministra Castelli condannata per diffamazione

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: