In attesa dell’arrivo del Sindaco di Pisa, Michele Conti, vi raccontiamo la prigionia dei pisani e la nascita della farinata

Delegazione della città di Pisa a Genova per ricordare i prigionieri nella battaglia della Meloria

Giovedì 5 agosto alle 18, in Campo Pisano, il vicesindaco Massimo Nicolò e l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso saranno presenti alla commemorazione dei Pisani fatti prigionieri nella battaglia della Meloria, di cui ricorre il 737° anniversario.
Dopo la battaglia della Meloria vennero portati a Genova migliaia di prigionieri pisani che furono lasciati morire di stenti in una zona del Centro Storico che si chiama CampoPisano. Ma questa storia ha altri risvolti importanti, anche culinari.

Alla cerimonia, promossa e organizzata da un cartello di associazioni pisane, parteciperà una delegazione di circa 30 persone, guidate dal sindaco di Pisa Michele Conti.
Il programma prevede, dopo i saluti istituzionali, la deposizione di una corona d’alloro, la preghiera e la benedizione. A seguire la prolusione della professoressa dell’Università di Pisa Maria Luisa Ceccarelli Lemut. Dopo la cerimonia è prevista la visita alla Sala del Maggior Consiglio a Palazzo Ducale dove si trova il dipinto a olio di Giovanni David “La battaglia della Meloria”.

Con Giovanni Giaccone, ora Direttore Responsabile di GoodMorning Genova, nel 2018 raccontammo la storia dei prigionieri pisani a Genova, la nascita della farinata e di Marco Polo.

 

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: