Crollo del Morandi: Bucci dice no al Consiglio monotematico per discutere della costituzione di parte civile del Comune di Genova

La Giunta dice NO al Consiglio monotematico. L’opposizione: “Ci rivolgeremo al Prefetto”

Genova – Il Consiglio monotematico che doveva discutere sulla costituzione di parte civile del Comune di Genova nel processo per il crollo del Morandi non ci sarà. In una comunicazione ufficiale arrivata ai firmatari della proposta da parte del Presidente del Consiglio comunale Federico Bertorello, l’amministrazione conferma la non ammissibilità della richiesta e quindi nega la riunione di un consiglio d’urgenza.

L’opposizione chiederà l’intervento del Prefetto

In una nota congiunta, la Lista Crivello, il Partito Democratico, il Movimento 5 Stelle, Chiamami Genova e il Gruppo Misto hanno dichiarato che considerano ” particolarmente grave che in violazione dello Statuto Comunale la maggioranza di centrodestra abbia deciso di non convocare il Consiglio Comunale richiesto dalle minoranze, per discutere della costituzione di parte civile del Comune nel processo penale per il crollo del Ponte Morandi. La decisione conferma l’opacità dei rapporti   tra Giunta Comunale e Autostrade per l’Italia, e rafforza l’idea che nonostante gli annunci del Sindaco, il Comune non intenda costituirsi parte civile. La decisione di non convocare il Consiglio Comunale, facendosi scudo di improbabili interpretazioni di inammissibilità, è una vera e propria sospensione della democrazia consiliare, a tutela della quale chiediamo l’intervento del Prefetto di Genova”.

 

 

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: