Napoli, sequestrate a Secondigliano magliette inneggianti alla camorra

Le t-shirt erano in vendita su una bancarella vicino al carcere

Napoli – Magliette inneggianti la camorra. Se oggi siamo ancora a parlare di questi fenomeni sociali vuol dire che lo Stato ha ancora molto da lavorare. Su questa iniziative “artistica” dei mafiosi era intervenuta pochi giorni fa la commissione antimafia, con una interrogazione rivolta ai Ministri dell’Interno, della Giustizia e dello Sviluppo Economico che, riprendendo una notizia divulgata dal Mattino di Napoli, segnalava la vendita di t-shirt inneggianti alla camorra.

Il Prefetto di Napoli Marco Valentini, in prima linea nell’attività di contrasto alla mitizzazione dei simboli della camorra in città e in tutta la provincia partenopea, ha attivato il Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica e dopo ricerche a tappeto non solo online, ma anche sul territorio, la Guardia di Finanza ha individuato e sequestrato 50 magliette esposte su una bancarella abusiva, riportanti in alcuni casi loghi contraffatti delle squadre di calcio di Serie A e in altri casi una decalcomania di una piovra nera che ghermisce l’Italia e la scritta “camorra”.

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: