Autostrade: dalla mezzanotte dell’11 settembre estesa anche alla A10 l’esenzione totale del pedaggio fino a Savona

Scatta l’effetto “vergognatevi”: riconfigurazione dell’esenzione e agevolazione tariffaria, sulla base dell’avanzamento del programma dei cantieri sulla rete ligure

Genova – A partire dalla mezzanotte dell’11 settembre sarà estesa fino alla stazione di Savona in A10 l’esenzione totale del pedaggio già attiva sui tratti autostradali maggiormente interessati dal programma di cantierizzazione in atto sulla rete ligure. La misura è stata disposta, come condiviso con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, in relazione all’avanzamento del piano di lavori di ammodernamento delle infrastrutture della rete, attualmente in corso principalmente sulle gallerie.

La nuova configurazione delle agevolazioni attive sulla rete ligure è finalizzata ad alleviare ulteriormente i disagi derivanti dai necessari interventi gli interventi sulle strutture autostradali, definito periodicamente con il MIMS e condiviso con le Istituzioni territoriali, ed è stata determinata sulla base dell’analisi dei flussi di traffico registrati nell’ultimo periodo.

Il nuovo schema di esenzioni – che saranno automaticamente applicate al momento del pagamento indipendentemente dalla modalità utilizzata – prevede la gratuità per percorsi con origine e destinazione tra i caselli di Ovada, Masone, Savona, Albisola, Celle Ligure, Varazze, Arenzano, Genova Prà, Genova Pegli, Genova Aeroporto, Genova Ovest, Genova Bolzaneto e Genova Est. Rimane attiva l’esenzione del 50% del pedaggio tra i caselli di Genova Est, Genova Nervi, Recco e Rapallo. L’agevolazione su tali tratte è riconosciuta anche per i transiti dei veicoli, in uscita e in entrata ai suddetti caselli, con origine/destinazione i caselli dell’A7 da Vignole Borbera, dell’A12 da Sestri Levante.

 

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: