Genova, approvato il restyling dello stadio Carlini e il nuovo deposito per i mezzi elettrici AMT

Piciocchi: “Un’autentica cittadella dello sport, da cui sono escluse ipotesi di nuovi insediamenti commerciali”

Genova – Lo Stadio Carlini sarà completamente restaurato. Lo prevede la delibera approvata dall’ultima giunta comunale che, su proposta degli assessori ai Trasporti e alla Mobilità Integrata Matteo Campora e ai Lavori Pubblici Pietro Piciocchi, ha inserito il restyling dell’impianto sportivo di San Martino come sinergico alla realizzazione del nuovo deposito di mezzi elettrici di trasporto pubblico locale nell’ambito del progetto Assi di forza.

“È un’operazione importantissima – commenta l’assessore Piciocchi – perché consente di ottimizzare le risorse a disposizione del progetto Assi di forza, efficientare gli interventi e ridare nuova vita a un impianto sportivo non solo al servizio del quartiere ma a una galassia di attività sportive del più ampio ambito cittadino. Inizieremo un processo di dialogo e di condivisione con tutti i soggetti per andare a delineare insieme il progetto di rifacimento del Carlini perché possa finalmente ritornare a essere una cittadella dello sport del Levante. Il progetto comprenderà la ricostruzione completa dello stadio per renderlo un impianto moderno e funzionale, un’autentica cittadella dello sport, da cui sono escluse ipotesi di nuovi insediamenti commerciali”.

“È un primo passo importante – commenta il consigliere delegato ai Grandi eventi sportivi Stefano Anzalone – per la realizzazione del nuovo Carlini, che sarà un impianto efficiente, al passo coi tempi e le esigenze di tutte le discipline sportive che attualmente svolgono l’attività e al suo interno e di nuove. Il nuovo stadio sarà uno dei fiori all’occhiello dell’impiantistica cittadina in vista di Genova 2024 capitale dello Sport”.

Allo stadio anche la rimessa AMT

“Rispetto alle ipotesi precedenti valutate per l’insediamento di una nuova rimessa per i mezzi elettrici – spiega l’assessore Campora – lo Stadio Carlini presenta una serie di vantaggi per l’organizzazione logistica del trasporto sul levante, baricentrica ai quartieri di San Fruttuoso, Albaro e Sturla, con una riduzione dei tempi di immissione dei mezzi in e dal servizio, con caratteristiche ancora più efficaci dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Inoltre, l’intervento puntuale legato al progetto degli Assi di Forza consentirà la ristrutturazione, l’adeguamento e la riqualificazione dell’impianto sportivo esistente, molto atteso dal mondo sportivo e dai cittadini”.

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: