Elezioni comunali, precipitano l’affluenza e la fiducia nella politica

Affluenza alle urne bassa ed exit poll senza sorprese

Per quello che valgono gli exit poll possiamo dire che la Raggi a Roma perde in maniera sensibile, con una percentuale tra il 16 e il 20% , al primo di Calenda, Michetti potrebbe essere in testa con il 26/30% in compagnia di Gualtieri.

A Milano, secondo i primi exit poll è in vantaggio il sindaco uscente, appoggiato dal centro sinistra, Beppe Sala al 54-58%, contro il 32-36% di Luca Bernardo, candidato scelto con cura dal centro destra che di vincere probabilmente non aveva tanta voglia.

A Torino, Paolo Damilano, candidato del centrodestra,  ha una percentuale fra il 36 e il 40%  rispetto a quello del centrosinistra Stefano Lo Russo al 44-48%. A Trieste, il candidato del centro destra che è anche sindaco uscente  il sindaco uscente,  Roberto Dipiazza è dato in vantaggio con il 46 e il 50%. Lo sfidante, candidato del centro sinistra Francesco Russo, si attesterebbe fra il 29 e il 33%
A Bologna, dove gli exit poll favoriscono il candidato del centro sinistra Matteo Lepore, con una percentuale fra il 60 e il 64%.

A Napoli potrebbe il candidato del centro sinistra potrebbe passare al primo turno perchè, al momento, l’ex ministro Gaetano Manfredi sarebbe in netto vantaggio con una percentuale fra il  57 e il 61%.

In Calabria, Regione che è tornata alle urne per rinnovare l’amministrazione regionale dopo la scomparsa della presidente Jole Santelli, scomparsa nell’ottobre 2020, i primi dati lasciano pochi dubbi.  Roberto Occhiuto, candidato del centrodestra, sarebbe in vantaggio con oltre il 45%.  La candidata del centrosinistra Amalia Bruni si attesterebbe fra il 24 e il 28% e poco distante Luigi De Magistris potrebbe incassare una percentuale tra il 21 e il 25%.

 

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta