Catanzaro, utilizzo indebito della “carta del docente” da parte di 62 insegnanti e di un commerciante. Sanzioni per oltre 200 mila euro

Acquisti non compatibili con il bonus

Catanzaro – Hanno utilizzato la “Carta del Docente” per acquistare apparecchi elettronici ed elettrodomestici non compatibili con le finalità del bonus: è quanto accertato dalla Guardia di Finanza di Lamezia Terme sul conto di 62 insegnanti nel quadro delle attività ispettive disposte dal Comando Provinciale di Catanzaro, mirate al contrasto delle indebite percezioni di erogazioni pubbliche.

I docenti hanno speso il “bonus docente” per prodotti quali smart-tv, smartphone ed elettrodomestici di vario tipo, tutti non rientranti nelle categorie merceologiche consentite per l’aggiornamento professionale.

Il commerciante coinvolto, dopo aver emesso lo scontrino per un bene ammesso nell’elenco del bonus effettuava un cambio del prodotto con un altro, più costoso e che non rientrava nella lista dei beni acquistabili.

Sanzione salatissima

La sanzione applicata agli insegnati e al commerciante sono pari al triplo dell’importo indebitamente speso/incassato per un ammontare complessivo di circa € 210.000,00.

Inoltre, è stato attivato il Ministero dell’Istruzione al fine di recuperare le somme indebitamente richieste a rimborso, ammontanti a circa € 35.000,00, da parte dell’esercente.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta