Ponte Morandi, il Comune presenta l’istanza per costituirsi parte civile

Ponte Morandi, il Comune presenta l’istanza con i legali dell’avvocatura

Genova – Il Comune di Genova si è costituito parte civile nel processo del crollo del ponte Morandi. L’istanza è stata presentata questa mattina durante la prima udienza preliminare.

«Il Comune di Genova – fa sapere l’assessore all’Avvocatura e agli Affari legali Lorenza Rosso – ha deciso di presentare l’istanza avvalendosi esclusivamente dei legali dell’avvocatura dell’ente, senza ausilio di avvocati esterni. Abbiamo preso questa decisione perché vogliamo essere il più vicini possibili, sia come amministrazione che con i nostri uffici, non solo ai parenti delle vittime, ma anche a tutti quelli che hanno subito un danno da questo gravosissimo evento. Abbiamo deciso di costituirci parte civile non solo per i danni diretti legati al crollo, ma anche per quelli indiretti, per tutte quelle famiglie, aziende e attività che dopo il 14 agosto 2018 hanno visto le loro vite irrimediabilmente sconvolte. Farlo è un dovere per onorare e ricordare le 43 vittime e per cercare di portare giustizia a una collettività ferita».

Il giudice per le udienze preliminari deciderà quali istanze accogliere. La prossima udienza sarà l’otto novembre e il Comune di Genova sarà nuovamente presente

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta