Depositi chimici: via libera del Comitato di Gestione al trasferimento a ponte Somalia

Parte il mandato agli uffici dell’Authority di destinare 30 milioni di euro alla ricollocazione dei depositi chimici su Ponte Somalia e definire gli atti demaniali

Genova – Nella riunione appena conclusa, il Comitato di Gestione ha dato mandato agli uffici di Autorità Portuale di destinare 30 milioni di euro del Programma Straordinario alla ricollocazione dei depositi chimici e di definire gli atti demaniali in accoglimento dell’istanza presentata da Superba Srl per la ricollocazione degli stessi presso Ponte Somalia ribadendo la necessità della tenuta dei livelli occupazionali e dello sviluppo dei traffici.
Una decisione che non è arrivata all’unanimità. Si sarebbero astenuti, oltre all’ammiraglio Sergio Liardo, anche il rappresentante del Comune di Genova, Giorgio Carozzi. A favore, invece, sia il rappresentante della Regione che quello del Comune di Savona.

La decisone del Comitato è stata presa a valle del parere sfavorevole espresso dalla Commissione Consultiva in considerazione dell’urgenza e della strategicità dell’intervento e previo respingimento delle due istanze concorrenti proposte da C. Steinweg-GMT e CSM, e da Silomar, Sampierdarena Olii e SAAR Depositi Portuali con la motivazione che la ricollocazione dei depositi chimici costituisce un obiettivo strategico imprescindibile e connotato da un più rilevante interesse pubblico rispetto alle predette soluzioni.
Nel dare mandato al Presidente di formalizzare l’accordo sostitutivo per la ridislocazione su ponte Somalia dei depositi chimici Superba/Carmagnani, il board di AdSP ha sottolineato che il suddetto accordo resta subordinato al via libera all’ATF da parte del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Per quanto riguarda l’avanzamento delle opere del Programma Straordinario, il Comitato di Gestione ha approvato l’integrazione alla convenzione sottoscritta il 17 luglio 2019 tra AdSP e Comune di Genova per il progetto di razionalizzazione ed ampliamento dell’area portuale industriale di Genova Sestri Ponente (P.2879). L’addendum recepisce la variazione al quadro finanziario relativo agli interventi per la realizzazione di una nuova calata ad uso cantieristico navale, con contestuale adeguamento idraulico del rio Molinassi, sulla base del maggiore fabbisogno emerso in fase di progettazione.

Al fine della realizzazione delle opere di pubblico interesse inserite nel Programma Straordinario è stata anche deliberata la sospensione parziale e temporanea delle concessioni in capo a Bettolo, CSM, Gruppo Messina.

Inoltre, è stata approvata da parte del Comitato di Gestione una variazione straordinaria di bilancio di previsione 2021 per un anticipo pari a 111 milioni di euro, erogato da MIMS sul Fondo Complementare, per una quota di finanziamento delle dighe di Genova e Savona.

Voto favorevole del Comitato al nuovo Regolamento per la disciplina delle attività industriali e artigianali e commerciali che si svolgono ai sensi dell’art. 68 del codice della navigazione, che va ad armonizzazione i precedenti regolamenti a suo tempo approvati dalle due Autorità portuali di Genova e Savona prima della riforma della L. 84/94 (D.Lgs. n. 169/2016) che ha istituito l’Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure Occidentale.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta