Sciopero Bnl a Genova, i sindacati dicono no alle esternalizzazioni di 900 lavoratori e alla chiusura delle filiali

Al posto delle 135 filiali che verranno chiuse ci saranno uffici di consulenza

Genova – Il piano di esternalizzazioni riguarda circa l’8% della forza lavoro, 900 dipendenti su 11.500 e comprende uffici e agenzie, ben 700, sparse sul territorio nazionale. L’intento della governance di Bnl è probabilmente quello di trasformare la banca in una boutique finanziaria chiudendo 135 filiali su 705 per aprire uffici di consulenza affidati a mille bankers incaricati di gestire la clientela piu facoltosa.

E lunedì 24 gennaio, a Genova per l’intera giornata, ci sarà lo sciopero proclamato da  Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin, contro le chiusure delle filiali e le esternalizzazioni. A livello regionale le ripercussioni si avranno a Genova dove per sono già previste le chiusure delle filiali di Pegli e Nervi, e una a Savona.

Il presidio dei lavoratori si svolgerà davanti alla sede di Bnl in Largo Eros Lanfranco, a Genova, dalle 10 alle 12.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta