Vaccino anti-Covid, Ema: non ci sono prove sufficienti per raccomandare quarta dose

“I booster ravvicinati potrebbero ridurre il livello di anticorpi”

BruxellesL’Ema “non ha ancora visionato i dati sulla quarta dose” del vaccino anti-Covid e “attualmente, non ci sono prove della necessità di una quarta dose nella popolazione generale”.
Lo ha precisato Marco Cavaleri, responsabile per i vaccini dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), durante un briefing video con la stampa.

La somministrazione ripetuta di dosi “booster del vaccino anti-Covid con intervalli molto brevi potrebbe ridurre il livello di anticorpi che possono essere prodotti ad ogni somministrazione”. Lo aggiunge Cavaleri che poi suggerisce: “Nelle persone con sistema immunitario gravemente indebolito e che hanno ricevuto già tre dosi”, invece, “sarebbe ragionevole che le autorità sanitarie prendessero in considerazione la somministrazione di una quarta dose”, conclude.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta