Mafia, il Viminale scioglie il Comune di Castellamare di Stabia

Castellammare era finita sotto la lente d’ingrandimento del ministero nel 2021, dopo l’arresto di 16 esponenti del clan D’Alessandro

Roma – Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno, Luciana Lamorgese, in considerazione degli accertati condizionamenti sull’amministrazione comunale da parte della criminalità organizzata, ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Castellamare di Stabia per “impedimento al normale funzionamento degli organi”, e disposto l’affidamento della gestione del Comune a una Commissione straordinaria per la durata di 18 mesi, a norma dell’articolo 143 del Testo unico degli enti locali.
Castellammare era finita sotto la lente d’ingrandimento del ministero dopo l’arresto, il 23 marzo del 2021, di 16 esponenti del clan D’Alessandro.

 

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta