Cortei contro la guerra, arriva la condanna dell’ONU per l’arresto di 1.800 manifestanti russi

Le Nazioni Unite chiedono “l’immediato rilascio di tutte le persone detenute arbitrariamente”

Ginevra – Sarebbero almeno 1.800 i manifestanti arrestati ieri dalla polizia di Putin. Si tratta di russi che in oltre 50 città del paese erano scesi in piazza per dire No alla guerra.
Immediata la condanna delle Nazioni Unite che hanno chiesto “il rilascio di tutti coloro che sono detenuti arbitrariamente”.
“Arrestare individui per aver esercitato i loro diritti alla libertà di espressione o a una riunione pacifica costituisce una privazione arbitraria della libertà”, ha detto ai giornalisti la portavoce dell’ufficio per i diritti delle Nazioni Unite, Ravina Shamdasani.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta