Guerra in Ucraina, Dello Strologo: “Non si può rispondere con la non violenza alla prepotenza russa”

Le affermazioni di Ariel Dello Strologo non sono piaciute a Sinistra Italiana

Genova – Un’affermazione, quella del candidato della coalizione progressista che non è piaciuta alla parte sinistra dello schieramento. Ma probabilmente è anche la versione che oggi va per la maggiore di fronte all’aggressione russa dell’Ucraina. Il mondo occidentale, particolarmente colpito emotivamente dai bombardamenti russi, si è immediatamente attivato per inviare aiuti, e molti governi hanno optato per l’invio di armi. Dello stesso parere Dello Strologo che però ha suscitato le critiche di Sinistra italiana che in una nota ha affermato: “Siamo convinti della buona fede di Ariel Dello Strologo e del suo indiscutibile pacifismo; tuttavia non siamo affatto d’accordo con lui sulle modalità di ricerca della Pace.

Ariel dice che non si risponde alle aggressioni con la non violenza, approvando di fatto l’invio di armi all’Ucraina; noi invece pensiamo l’esatto contrario: la Pace non si persegue né si ottiene inviando armi nei teatri di guerra; la Pace va costruita con la ricerca spasmodica del dialogo, con l’utilizzo di tutti gli strumenti possibili per avvicinare le parti.
La Storia ci insegna che armi chiamano armi, violenza chiama violenza, nessuna guerra è mai stata fermata con la violenza.
CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta