Amministrative genovesi e guerra in Ucraina, Crucioli durissimo contro Bucci e Dello Strologo

Bucci e Toti guerrafondai, Dello Strologo “pacifinto”

Genova – Si inaspriscono i toni nella campagna elettorale per eleggere il nuovo Sindaco di Genova. In una nota il candidato Mattia Crucioli (UPC) attacca Consiglio Comunale per l’appoggio offerto all’Ucraina attaccata una settimana fa dalla truppe di Putin.

“Il Consiglio comunale – denuncia Mattia Crucioli, candidato sindaco della lista Uniti per la Costituzione – ha applaudito unanimemente la decisione del Governo di inviare armi in Ucraina: dal Parlamento fino all’ultimo Comune, tutti i rappresentanti dei partiti, dal Pd alla Lega, dal M5s a Fratelli d’Italia, hanno obbedito agli ordini americani accettando il rischio di escalation militare. Bucci e Toti – continua Crucioli – interrompono ogni rapporto, culturale e commerciale, di Comune e Regione con la Russia e si rammaricano solo di non poter sparare anche loro qualche colpo.
Se Bucci e Toti, come i partiti che li sostengono, sono veri guerrafondai, Ariel Dello Strologo è un vero “pacifinto”: con la poca coerenza che l’ha già contraddistinto nella vicenda del trasferimento dei depositi chimici, si definisce un estremista della pace ma approva l’invio di bombe, missili e altri strumenti di morte a una delle parti belligeranti. Mai come ora centrodestra e centrosinistra sono due facce della stessa medaglia, degli stessi interessi e delle medesime inettitudini».
La posizione politica di Crucioli è “No all’invio di armi a una delle parti in campo, sì alla neutralità del nostro Paese, come recita l’articolo 11 della Costituzione che ripudia la guerra come metodo di risoluzione dei conflitti. Dobbiamo farci promotori di negoziati, per traguardare una pace giusta”.
CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta