Amministrative 2022, assessora PD del Municipio Valpolcevera passa dalla parte di Bucci?

Contattata da fivedabliu, Tommasomoro non ha né confermato né smentito il salto di barricata

Genova – Lo aveva preannunciato il Sindaco Marco Bucci, a margine del Consiglio Comunale dell’ 8 marzo: “Avremo nelle liste parecchi politici del PD e del Movimento 5 Stelle”.

Che siano parecchi o meno lo vedremo nell’ambito della presentazione delle liste del Centro Destra, ma che Bucci e il suo modo di fare, ruvido ma operativo, abbia parecchio fascino non si può proprio negare. Così tanto da tentare il salto di coalizione, come si vocifera da tempo in Valpolcevera, anche di una politica del municipio V, Rosa Maria Tommasomoro, oggi in Giunta e iscritta al PD, che raggiunta al telefono da fivedabliu non ha né confermato né smentito, ma ha chiesto tempo per confrontarsi con il suo consulente.

“Sto ancora valutando l’idea di farlo o non farlo e non è ancora una cosa ufficiale, sento un attimo  le persone che mi stanno seguendo e la richiamo fra un minuto”.

Romeo: “Attendo la riunione di Giunta”

Dopo un’ora e mezza, non avendo ancora ricevuto una risposta, abbiamo chiamato il Presidente del Municipio Federico Romeo che ha dichiarato di attendere la riunione di Giunta che si terrà giovedì 17 marzo, per valutare se, da parte dell’assessora, ci saranno comunicazioni in merito. “A me questa voce è arrivata e nel caso si candidasse con il Centro Destra – ha sottolineato Romeo – la decisione si ribalterebbe immediatamente sul partito, perchè è iscritta al PD ed è anche in Giunta e di certo non ci sarebbero i tempi per sostituirla”.

Il salto di barricata

Un cambio di rotta di una componente della Giunta aprirebbe una crisi nell’amministrazione del Municipio, a pochi mesi dal confronto elettorale. Il  salto della quaglia, o semplicemente politica fluida, è un atteggiamento fin troppo collaudato in Italia.  Finito il tempo degli ideali granitici, Bucci ha avuto la capacità di porsi come alternativa trasversale alle posizioni rigidamente perimetrate dei partiti nati nel ‘900.
Insomma, il Draghi al pesto non era proprio una battuta. Mentre scriviamo abbiamo riprovato a richiamare l’assessora ma dopo due ore di attesa ancora non risponde. Un minuto, due ore, i tempi della politica.

fp

CONDIVIDI
Fabio Palli

Spirito libero con un pessimo carattere. Fotoreporter in teatro operativo, ho lavorato nella ex Jugoslavia, in Libano e nella Striscia di Gaza. Mi occupo di inchieste sulle mafie e di geopolitica.