Aeroporto di Genova, un aereo con i profughi ucraini inaugura la pista appena conclusa

A inaugurare la pista il volo Ryanair da Bucarest con a bordo numerose famiglie ucraine accolte con la focaccia

 Genova – Si è concluso ieri sera, ampiamente nei tempi previsti, l’intervento di rifacimento della pista dell’Aeroporto di Genova. Dopo tre settimane di attività notturna, i lavori hanno portato alla chiusura dell’aeroporto dalla sera di venerdì 11 marzo all’alba di oggi.

L’intervento ha riguardato l’intera pista, lunga 3 chilometri e larga 45 metri (più 10 metri di asfalto per lato), per un totale di circa 20 ettari, equivalenti a 25 campi da calcio. Il cantiere ha visto l’attività h24 di circa 150 mezzi e oltre 200 persone.
A inaugurare la pista appena rinnovata è stato il volo Ryanair FR6635 proveniente da Bucarest, che ha toccato terra poco prima delle 8:00.

L’aereo, un Boeing 737-800, è poi ripartito alla volta della capitale romena alle 8:30. A bordo del volo in arrivo erano presenti circa 30 tra donne e bambini ucraini. Bucarest è oggi infatti uno dei principali punti di smistamento delle famiglie in fuga dalla guerra. Ad accoglierli, al loro sbarco, focaccia e succhi di frutta per dare un segnale di benvenuto e vicinanza. Polizia di Frontiera e Ufficio di Sanità Aerea hanno inoltre coordinato controlli documentali e sanitari per i passeggeri in arrivo dall’Ucraina in modo da rendere più semplice e confortevole il loro ingresso sul territorio italiano.

 

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta