Incidente a Bordighera: due migranti travolti e uccisi sulla A10

Il sindaco di Ventimiglia: “Sbarcare immigrati in Italia e poi abbandonarli è inaccettabile”

Imperia – Due migranti sono morti dopo essere stati travolti da un furgone sull’autostrada A10 Genova-Ventimiglia all’altezza di Bordighera, in direzione del confine francese.
Secondo quanto si apprende, una terza persona è rimasta ferita ed è stata portata via in ambulanza all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. L’incidente è avvenuto intorno alle 7 di stamattina. Sul posto è intervenuta la polizia stradale di Imperia.

“Erano in gruppo, sono sbucati all’improvviso”.
Le parole sono quelle del conducente del furgone che stamattina ha travolto un gruppo di stranieri che stavano attraversando la carreggiata sull’Autostrada dei Fiori, all’altezza dell’area di sevizio di Bordighera. Il conducente e’ un italiano, impegnato nel trasporto di prodotti di panificazione verso il Principato di Monaco. Dopo l’incidente, l’uomo sotto shock, ha accusato un malore.

Le indagini per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro sono affidate agli agenti della sottosezione della polizia stradale di Imperia Ovest. Dalle prime informazioni, vittime e ferito sarebbero originarie dello Sri Lanka. Il gruppo era probabilmente intento ad attraversare la carreggiata, nel tentativo di scavalcare la recinzione dell’Autofiori per poi raggiungere l’Aurelia.
La polizia acquisirà le immagini delle telecamere presenti al fine di capire anche se ci siano persone che hanno fisicamente portato il gruppo di migranti in autostrada.
L’area di confine è diventata da tempo teatro di morte, con decine di stranieri che sull’autostrada, lungo la linea ferroviaria o nei sentieri di valico, hanno perso la vita per tentare di passare in Francia. Solo il 2 marzo scorso, un altro migrante è morto folgorato nel tentativo di raggiungere il confine. Era nascosto sul tettuccio di un treno regionale partito da Ventimiglia.

Il sindaco di Ventimiglia: “Sbarcare immigrati in Italia e poi abbandonarli è inaccettabile”

“Esprimo il mio cordoglio per l’accaduto, ma si tratta di migranti lasciati allo sbaraglio, questi fatti non dovrebbero accadere. Sono vicino a chi guidava il furgone, anche lui è vittima incolpevole di questa tragedia”.
Così il sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, interviene sull’incidente che questa mattina in A10 ha causato la morte dei due migranti.
“Se il veicolo fosse stato una semplice automobile, anziché un furgone – prosegue il primo cittadino – il disastro avrebbe potuto essere ancora maggiore. Fare sbarcare immigrati in Italia e poi abbandonarli è inaccettabile, i flussi migratori, anche per chi scappa dalle guerre, devono e possono essere gestiti dall’Europa, come per chi scappa dalla guerra dell’Ucraina. Se l’immigrazione è poi solo di tipo economico è ancora più da sprovveduti accettarla passivamente”.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta