DIA, sequestrati beni per 3 milioni a pregiudicato nel Salento

L’uomo era stato anche condannato per il furto commesso all’interno del caveau della Banca Nazionale del Lavoro di Lecce, nel 2018

Lecce – Beni del valore complessivo di circa 3 milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini della Dia che, su disposizione del tribunale di Lecce, hanno eseguito un sequestro preventivo patrimoniale delle proprietà riconducibili a un noto pregiudicato salentino.
L’uomo è stato condannato, tra l’altro, per il furto commesso all’interno del caveau della Banca Nazionale del Lavoro di Lecce, nell’agenzia di piazza Sant’Oronzo, nel novembre del 2018.
La misura è stata eseguita nel comune di Veglie (Le). Le indagini patrimoniali sono state incentrate sulla ricostruzione del profilo criminale e sull’analisi delle posizioni economico-patrimoniali dell’uomo e del suo nucleo familiare.
Tra i beni sequestrati, due abitazioni, una rimessa per auto, il complesso immobiliare denominato ” Ex Alaska”, tre compendi aziendali con relative quote societarie, un terreno, un’autovettura marca “Jaguar”, in furgone e sette rapporti finanziari.
Tra i beni immobiliari sequestrati figurano anche un supermercato, una tabaccheria e un bar.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta