Biblioteca Universitaria, dal 18 al 24 aprile mostre, incontri e libri

Iniziative in Biblioteca Universitaria di Genova (BUGe) dal 18 al 24 aprile 2022

 

 Martedì 19 aprile, ore 17

conversazione con…
Nicola Settis sul suo libro
Chi è il sognatore?
Guida alla visione di
Twin Peaks 3
L’incontro presenterà un dialogo tra Nicola Settis, autore del libro, e Marco Romagna. Entrambi sono appassionati di cinema e scrivono di cinema collaborando al sito “CineLapsus”.

Twin Peaks è una serie tv con alle spalle un seguito e un culto inedito nel mondo dell’audiovisivo: i suoi autori, David Lynch e Mark Frost, sono riusciti a trasmutare una storia «piccola» (un giallo in una cittadina al nord degli Stati Uniti) in un racconto mitologico e surreale che analizza il bene e il male dell’esistenza umana.
A 25 anni dalle prime due stagioni e dall’astratto film-prequel Fuoco cammina con me (1992), la serie è tornata con una terza stagione. Chi è il sognatore? vuole identificare quelle domande prima che rispondervi, annotando simboli e collegamenti interni: interpretare il senso di un’opera aperta quale Twin Peaks.

Giovedì 21 aprile, ore 16
premiazione
Art & Science across Italy
Colori e immagini della scienza. L’arte della ricerca scientifica

Premiazione dei migliori lavori esposti alla mostra “Colori e immagini della Scienza”. 250 studentesse e studenti liguri danno forma al connubio tra arte e scienza. L’esposizione fa parte di un ciclo di 12 mostre che si tengono in altrettante città italiane nell’ambito dell’edizione 2020-2022 del progetto per le scuole dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Art&Science Across Italy, che, organizzato in collaborazione con il CERN di Ginevra, si propone di avvicinare ragazze e ragazzi al mondo della scienza utilizzando il linguaggio dell’arte. I lavori in mostra nelle sale della Biblioteca sono stati realizzati dagli studenti di diversi istituti cittadini che hanno aderito al progetto:
Isis Fermi Polo Montale,
Istituto Omnicomprensivo Valle Scrivia,
Istituto Tecnico Industriale “Giuseppe Omar”,
Liceo Artistico Klee-Barabino, Liceo Classico Chiabrera Martini, Liceo Classico A. D’Oria.

 Venerdì 22 aprile, ore 16,30
Smarginando: Migrazioni interne: un mondo da riscoprire

Nuovo incontro con “Smarginando: Migrazioni interne: un mondo da riscoprire”. Rapporto 2021 sulle migrazioni interne in Italia” diventa spunto per riscoprire il mondo delle migrazioni interne. L’Italia contemporanea è stata infatti plasmata e trasformata dai flussi migratori che la hanno solcata. Fin dal periodo post unitario, attraverso l’età giolittiana, il fascismo e il miracolo economico, la mobilità interna ha rappresentato un eccezionale veicolo di cambiamento, tra conflitti ed emancipazione.

Ancora oggi i movimenti interni rappresentano un elemento strutturale dell’equilibrio economico, con forti ripercussioni a livello sociale. I ricercatori del CNR Michele Colucci e Stefano Gallo a partire dal 2014 curano ogni anno un rapporto sulle migrazioni interne, frutto di ricerche approfondite di taglio interdisciplinare. I due ultimi volumi che verranno discussi nella presentazione hanno come oggetto rispettivamente una regione di forte emigrazione (la Campania) e una città di grande immigrazione (Roma). Nella prospettiva del Museo Nazionale dell’Emigrazione è importante riscoprire la centralità e il ruolo delle migrazioni interne, che anche nel contesto genovese hanno lasciato tracce importanti del loro passaggio.

Ne discutono con i curatori: Paolo Giannone/Direttore Biblioteca Universitaria di Genova – Ministero della Cultura, Paolo Masini/Presidente del Comitato di Indirizzo Museo Nazionale dell’Emigrazione, Pierangelo Campodonico/Direttore Istituzione MuMA, Salvatore Capasso/Direttore CNR Istituto di studi sul Mediterraneo,Fiorella Farinelli/Osservatorio nazionale integrazione studenti stranieri, Delfina Licata/Sociologa- Fondazione Migrantes.

In occasione della presentazione verrà firmato la convenzione tra CNR – Istituto di studi sul Mediterraneo e Museo Nazionale dell’Emigrazione.

 Sabato 23 aprile, ore 17
inaugurazione mostra fotografica
Randstad1969

L’esposizione “Randstad1969” (23 aprile-25 giugno 2022), che gode del patrocinio dell’Ambasciata e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi, nasce su iniziativa dell’associazione culturale “Civico Zero”
(https://campercivicozero.org/https-randstad1969-com/), che nel 2017 ha acquistato a un’asta online 141 rullini Agfa di vario formato. Impressi alla fine degli anni Sessanta da un fotografo olandese i rullini sono stati sviluppati, sono risultati circa 4000 negativi, in parte sono stati stampati. Una selezione di questi scatti verrà presentata in occasione della mostra allestita in BUGe. La mostra vuole offrire un viaggio nella memoria di scatti che illustrano le immagini di un afamiglia e di una comunità della zona di Randstad Holland, conurbazione che comprende Amsterdam ed altre sedici città dei Paesi Bassi. La finalità è quella di spolverare la memoria imprigionata in pellicole impresse tra il 1969 e il 1970 e mai sviluppate o stampate. Grazie all’operazione intrapresa da “Civico Zero” queste immagini dopo cinquant’anni si offrono alla visione di sguardi altri da quelli che hanno vissuto quel contesto per (ri)vivere attraverso questa mostra.

 Mostre in corso in BUGe

Fino al 21 aprile
mostra
Art & Science across Italy
Colori e immagini della scienza. L’arte della ricerca scientifica

Fino al 29 aprile
mostra fotografica
La violenza e la certezza della speranza

Fino al 25 giugno
mostra fotografica
Randstad1969

Fotografie di Balàzs Berzsenyi, con la collaborazione di Emanuela Bonora, Cristiano Fabbri e Rocco Colonnetta.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta