“Hugs not drugs”: arriva a Genova il tour del Moige, la campagna di informazione e prevenzione sulle droghe nelle scuole

Il progetto, lanciato dalla ministra Fabiana Dadone, coinvolgerà in tutto oltre 55 mila ragazzi e 110 mila tra genitori e docenti

Genova – «Hugs not drugs»: abbracci, non droga. La campagna contro le dipendenze è arrivata a Genova, con l’open day di oggi nell’aula magna dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Duchessa di Galliera.
L’apertura alle 9:00 con l’introduzione del Capo del Dipartimento per le politiche antidroga, Flavio Siniscalchi, moderatore dell’incontro.
Sul tavolo i temi del contrasto all’uso delle sostanze stupefacenti fra i minori. L’obiettivo del progetto è prevenire le dipendenze attraverso la sensibilizzazione degli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, coinvolgendo anche genitori e insegnanti. In tutto, per l’anno scolastico 2021/2022, il programma riguarderà oltre 55 mila ragazzi e 110 mila tra familiari e docenti.
La mattinata proseguirà con i saluti del sindaco Marco Bucci, della direttrice delle scuole della Fondazione F.U.L.G.I.S. del Comune di Genova, Susanna Fadda, e del Direttore della DCSA (la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga), Antonino Maggiore.
La presentazione del progetto vero e proprio, invece, l’ha curata il personale del MOIGE, il Movimento Italiano Genitori, con il suo Direttore generale, Antonio Affinita.
Tra gli studenti anche la ministra per le politiche giovanili, Fabiana Dadone, che ha chiuso l’incontro dopo la testimonianza molto toccante di Giorgia Benusiglio, salvata da un miracoloso trapianto di fegato quando era a un passo dalla morte per aver preso mezza pasticca di ecstasy.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta