25 aprile, Terrile: “Chiederemo chiarimenti alla Questura. A Genova gestione della piazza non all’altezza”

Il capogruppo Pd in Consiglio comunale annuncia l’invio di una lettera, domani, in via Diaz

Genova – “Utilizzare i megafoni sotto il podio per tentare di coprire o interrompere l’orazione del 25 Aprile non ha nulla a che fare con la democrazia né con il legittimo esercizio del diritto di protesta”.
È perentorio Alessandro Terrile, capogruppo Pd in Consiglio comunale, che critica l’azione dei sostenitori del candidato sindaco Mattia Crucioli, stamattina in piazza Matteotti, durante le celebrazioni della festa della Liberazione. “Una trovata elettorale”, la definisce per poi allargare il richiamo anche alla gestione della piazza da parte delle forze dell’ordine che, secondo il consigliere, “è stata preoccupante e non all’altezza della città e dell’occasione”.
Quindi conclude: “Quanto accaduto oggi crea un grave precedente ed è per questo che domani, con una lettera alla questura, chiederemo un chiarimento su su come è stato gestito l’ordine pubblico in questa piazza”.

st

CONDIVIDI

Sono una giornalista con il pallino dell’ambiente e mi piace pensare che l’informazione onesta possa risvegliarci da questa anestesia collettiva che permette a mafiosi e faccendieri di arricchirsi sulle spalle del territorio e della salute dei cittadini.