Amministrative 2022, la prima volta dei Fridays for Future

Francesca Ghio: “Scendere in politica è una scelta personale, Fridays for future è un movimento che deve restare apartitico”

Genova – “Siamo stanchi delle parole, abbiamo bisogno di concretezza. Io sono già al mio quarto voto e ancora non ho trovato qualcuno che mi rappresenti e per cui sono felice di andare a votare”.
Non usa mezzi termini Francesca Ghio, che è stata la portavoce dei giovani di Fridays for future di Genova e della Liguria e che oggi è scesa in campo nella lista di Europa Verde con Sansa e Linea condivisa, al fianco della corsa a palazzo Tursi di Ariel Dello Strologo.

“La mia scelta di entrare in politica è personale. L’ho deciso perché il mio obiettivo è quello di trasformare l’attivismo, e quindi la protesta, in concretezza e passare dalle parole ai fatti”. E poi sul movimento ambientalista sottolinea: “Fridays for future è un’organizzazione apartitica ed è fondamentale che resti apartitica perché i temi che toccano l’ambiente e la crisi climatica devono essere trasversali e affrontati da tutti i partiti”.

Quindi conclude: “Schierarsi in un partito, in una lista, è una scelta di Francesca e l’ho sentita come il luogo naturale per la mia evoluzione politica. L’idea è di fare la mia piccola parte per reagire a questa situazione in cui i giovani scappano da questa città di cui sono follemente innamorata. Io resisto, non voglio andarmene. Ma non andarsene vuol dire scegliere di lottare”.

st

CONDIVIDI

Sono una giornalista con il pallino dell’ambiente e mi piace pensare che l’informazione onesta possa risvegliarci da questa anestesia collettiva che permette a mafiosi e faccendieri di arricchirsi sulle spalle del territorio e della salute dei cittadini.