Terrile ritira la sua candidatura, il campo progressista perde un pezzo importante

Così l’ex capogruppo Pd in Consiglio comunale: “L’unico obiettivo è la vittoria della coalizione”

Dopo la polemica sollevata da Ferruccio Sansa sull’opportunità da parte di Alessandro Terrile di accettare la nomina ad amministratore delegato di Ente Bacini, oggi arriva la notizia che l’ex capogruppo del PD in Consiglio comunale, ha deciso di ritirare la sua candidatura al Consiglio comunale in occasione delle amministrative che si terranno il 12 giugno.

“Ho dato la mia disponibilità a candidarmi in Consiglio Comunale per proseguire un impegno civile a cui tengo, non vedendo una specifica incompatibilità o una contraddizione con l’incarico che ho recentemente assunto. Ritengo peraltro che le competenze professionali e il lavoro di ciascuno siano elementi inscindibili del vissuto di chiunque faccia politica, senza necessariamente determinare conflitti di interessi.

Sono stupito e amareggiato delle reazioni che individuano un interesse personale in una disponibilità che sarebbe innanzitutto un servizio. Pur non condividendo il merito di tali polemiche, ritiro la mia candidatura, nello spirito di assicurare il massimo sostegno alla coalizione progressista e al nostro candidato sindaco.

Ad Ariel dello Strologo, al Partito Democratico di Genova e al suo Segretario Simone D’Angelo un sincero ringraziamento per il sostegno che non è mai venuto meno. E una certezza: sarò al vostro fianco con ancora maggiore impegno”.

Mentre scriviamo arriva il comunicato di Mattia Crucioli, candidato Sindaco di “Uniti per la Costituzione” che si complimenta con Terrile per la sua decisione: “Tanto di cappello ad Alessandro Terrile, che ha ritirato la sua candidatura in ragione dell’incarico da lui recentemente assunto in Ente Bacini. Incarico non incompatibile in termini di legge, ma comunque in evidente conflitto di interesse con il ruolo di amministratore pubblico, come noi ed altri abbiamo evidenziato. Resta purtroppo il dubbio che il passo indietro di Terrile non sia del tutto spontaneo, visto che è avvenuto dopo le critiche che gli sono arrivate da più parti”.

La Lista Sansa, Europa Verde, Linea Condivisa, in una nota ha fatto sapere che: “Abbiamo appreso la notizia della rinuncia di Alessandro Terrile a candidarsi nelle liste PD alle prossime comunali. Ci dispiace che Alessandro non sia con noi per il prezioso contributo che ha dato e che speriamo comunque darà. Allo stesso tempo gli siamo grati perché riteniamo che fosse inopportuno per lui candidarsi alle comunali e contemporaneamente assumere un incarico importante come quello di amministratore dell’Ente Bacini. La scelta di Terrile e anche il vivace scambio di idee tra noi alleati dimostra che siamo una coalizione sana. Capace di mettersi in discussione e di ascoltarsi. Dimostra che siamo uniti e non divisi. Dimostra anche che siamo molto diversi dal centrodestra di Bucci e Toti dove le questioni di opportunità e di poltrone sono all’ordine del giorno, ma nessuno le solleva e nessuno fa un passo indietro come ha saputo fare Terrile”.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta