Formazione internazionale, undici giornalisti liguri volano a Bruxelles con il programma Erasmus

È la terza spedizione organizzata dall’Ordine dei Giornalisti della Liguria nell’ambito del più noto e longevo dei programmi finanziati dall’Unione Europea

Genova – Undici giornalisti liguri partiranno domenica per Bruxelles per frequentare un corso gratuito di approfondimento delle istituzioni europee e delle tecniche di giornalismo applicate nel lavoro del corrispondente estero, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti della Liguria e finanziato dal Programma europeo Erasmus+.

I giornalisti, individuati con una selezione che ha coinvolto tutti gli iscritti all’Ordine ligure, frequenteranno un intenso programma di formazione di dieci giorni che prevede approfondimenti, incontri, laboratori ed esperienze professionali con tutte le principali istituzioni europee, vari player della comunicazione e stakeholder: Parlamento, Commissione, Consiglio Europeo, Comitato delle Regioni, Rappresentanza Italiana, Regione Liguria, lobbysti.

Sono previsti momenti di incontro e scambio con giornalisti esteri come Bart Beirlant, corrispondente EU dello Standaard, James Kanter, le federazioni europea e internazionale dei giornalisti, EFJ e IFJ, e l’associazione dei giornalisti belgi, AJP. I partecipanti non riposeranno neanche nel weekend: sabato e domenica è infatti previsto un laboratorio sulle tecniche di giornalismo applicate nel lavoro del corrispondente estero tenuto da Lorenzo Consoli, decano dei corrispondenti italiani a Bruxelles.

Oltre alla formazione all’estero, tutti i progetti internazionali dell’Ordine Ligure dei Giornalisti prevedono il trasferimento sul territorio dei contenuti acquisiti: al ritorno in Italia, i partecipanti saranno impegnati a svolgere attività in Liguria con le scuole e i centri culturali e nei corsi di aggiornamento professionale ordinario per gli iscritti all’Ordine.

Si tratta della terza formazione internazionale organizzata negli ultimi 9 mesi dall’Ordine dei Giornalisti della Liguria nell’ambito di un progetto per l’aggiornamento professionale continuo in dimensione europea: oltre al gruppo in partenza domenica, 14 giornalisti liguri si sono formati in Finlandia sulla lotta alle fake news nel settembre 2021 e altri 10 hanno frequentato un corso di fact-checking a Helsinki nel maggio scorso.
Nel 2022 a settembre, altri 19 giornalisti liguri effettueranno la formazione in Finlandia sulla lotta alle fake news, per un totale di 54 iscritti all’Ordine dei Giornalisti della Liguria formati all’estero in un anno.
Ma finisce qui.
È notizia della settimana scorsa: il nuovo bando Erasmus, sul quale l’ODG Liguria ha chiesto nuovi fondi per le formazioni 2023, ha avuto esito positivo. Il prossimo anno sarà dunque possibile organizzare nuovi corsi in ambito internazionale per altri giornalisti iscritti all’Ordine Ligure.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta