Roma, Gasparri: dopo sei mesi di Gualtieri situazione è apocalittica

Siamo passati da “è colpa della Raggi” a “è colpa di Guatieri”

Roma – “E oggi cos’altro accadrà nella Capitale? Sono passati ben più di sei mesi dall’avvio della gestione Gualtieri che dopo la breve estate raggiungerà il primo anno di vita. E la situazione della Capitale è apocalittica. Spazzatura ovunque. Impianti paralizzati. Si discute dell’indispensabile termovalorizzatore futuro ma sarà un’opera che entrerà in funzione nella migliore delle ipotesi, tra le ottusità dei grillini che si oppongono assolutamente, tra alcuni anni. E intanto che si fa?”.

Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri, commissario romano di Forza Italia. “Gualtieri – aggiunge Gasparri – assiste inerte al disastro della Capitale. Al netto della siccità, delle necessarie indagini sulla natura degli incendi che si ripetono, c’è uno stato di abbandono totale della città. I parchi non curati, cumuli di rifiuti ovunque, una situazione di degrado che sta superando quella degli anni oscuri della gestione grillina della Raggi, memorabile per inefficienza ma destinata ad essere superata per negatività da quella del PD e di Gualtieri. Ma nel contesto del fallimento capitolino non dimentichiamo le colpe della regione di Zingaretti, che ha avuto quasi dieci anni a disposizione per realizzare impianti per i rifiuti che non ha fatto, al punto che si sono dovuti dare poteri ad altri per sopperire alle sue negligenze. A Roma è stata sospesa sostanzialmente la raccolta dei rifiuti. Siamo in una situazione da quarto mondo. Il governo deve assumere iniziative perché Roma è allo sbando e non è governata. Il PD cominci a chiedere scusa ai cittadini e a sostituire alcuni assessori del tutto inadeguati”.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta