Violenza nei Pronto soccorso, Gozzi: “Ripristinare i presidi delle forze dell’ordine h24”

Il Consigliere di Vince Genova sottolinea che fino all’emergenza pandemica il presidio era garantito, festivi compresi

Genova – Dopo i momenti di tensione del 24 giugno scorso, quando due minorenni hanno aggredito quattro infermieri al pronto soccorso dell’ospedale Galliera, torna in primo piano il problema del servizio di vigilanza negli ospedali.
“Oggi a Genova il presidio è affidato alla Polizia di Stato e alla Polizia Locale, ma solo nella fascia oraria giornaliera, dalle 7 alle 19 dei giorni feriali, lasciando totalmente scoperti festivi e notturni”.

Lo spiega Paolo Gozzi, consigliere comunale di Vince Genova, che oggi in Sala Rossa ha presentato una mozione che impegna il Sindaco e la Giunta “a promuovere le opportune interlocuzioni con gli Uffici territoriali del Governo e con le forze di Polizia statali, per potenziare la presenza, la collaborazione e il coordinamento con le forze di Polizia locale nei Pronto soccorso del Galliera e del San Martino”. A cominciare proprio dal notturno nel week-end.

“Fino all’emergenza pandemica il presidio era garantito, festivi compresi” sottolinea Gozzi che poi sull’impegno del Comune per contrastare gli episodi violenti aggiunge che la mozione si focalizza due step: “Il primo è un’interlocuzione con la Prefettura” per arrivare “ad un ampliamento di questa copertura che in una prima fase riguarderà proprio l’urgenza ai turni notturni dei fine settimana”, legata anche alla movida.
Il secondo punto invece riguarda la Polizia locale che, conclude Gozzi, “dipende direttamente dal Comune che dunque penso possa tendere a garantire un ampliamento del servizio”.

st

CONDIVIDI

Sono una giornalista con il pallino dell’ambiente e mi piace pensare che l’informazione onesta possa risvegliarci da questa anestesia collettiva che permette a mafiosi e faccendieri di arricchirsi sulle spalle del territorio e della salute dei cittadini.