Crisi di governo, Gelmini accusa FI: gli elettori chiederanno conto di questa scelleratezza

Il ministro per gli affari regionali non ha condiviso lo strappo di Forza Italia dalla maggioranza pro-Draghi e la scelta di boicottare la fiducia

Roma – “Sono stati fatti incontri tardivi con i gruppi parlamentari, solo oggi, e i ministri non sono mai stati coinvolti nelle riunioni di partito”.
Mariastella Gelmini spiega così di non avere parlato con Silvio Berlusconi dopo il suo addio a Forza Italia e annota di aver “preso atto di questa esclusione dalle scelte, che però riguardano tutti, i cittadini, le imprese, e tutto questo FI non lo ha considerato”.
“In quel momento – accusa il ministro per gli Affari regionali – ha tranciato il rapporto non solo con me ma con tanti cittadini ed elettori che chiederanno il conto di questa scelta scellerata che lascerà l’Italia nell’instabilità”.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta