Attacco USA in Afghanistan: ucciso il leader di Al-Qaeda Ayman, al-Zawahiri

Più volte dato per morto, Ayman al-Zawahiri è comparso di recente in un video parlando del conflitto tra Russia e Ucraina. Sulla sua testa pendeva una taglia di 25 milioni di dollari ed era nella lista dei ricercati dall’FBI.
Zawahiri proveniva da una illustre famiglia egiziana e suo nonno, Rabia’a ​​al-Zawahiri, era un imam all’Università al-Azhar del Cairo. Suo prozio, Abdel Rahman Azzam, fu il primo segretario della Lega Araba.

Associated Press riporta la notizia di un attacco USA in Afghanistan nel quale è stato ucciso il leader di al-Qaeda, Ayman al-Zawahiri. Il presidente Joe Biden parlera’ a breve sull’operazione dando i dettagli dell’operazione.

La CNN riporta la notizia specificando che l’attacco sarebbe avvenuto in una località tra Pakistan e Afghanistan con l’uso di droni. Zawahiri, che ha appena compiuto 71 anni, era rimasto un  simbolo internazionale del gruppo terroristico di Al-Qaeda, 11 anni dopo l’uccisione di Osama Bin Laden. Il Governo degli Stati Uniti non ha ancora confermato la sua morte ma il presidente Joe Biden parlerà alle 19:30 ora di Washington.

In una nota della Casa Bianca è stato comunicato che: “Durante il fine settimana, gli Stati Uniti hanno condotto un’operazione antiterrorismo contro un importante obiettivo di Al Qaeda in Afghanistan. L’operazione ha avuto successo e non ci sono state vittime civili”.
Zawahiri proviene da una illustre famiglia egiziana, secondo il New York Times. Suo nonno, Rabia’a ​​al-Zawahiri, era un imam all’Università al-Azhar del Cairo. Suo prozio, Abdel Rahman Azzam, fu il primo segretario della Lega Araba.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta