Cosenza, 202 indagati per associazione ‘ndranghetistica e traffico di stupefacenti

Blitz antimafia della DDA di Catanzaro guidata da Nicola Gratteri

Catanzaro – Nelle prime ore della mattina di oggi, a Cosenza e in altri centri del territorio nazionale i Carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza, il personale della Squadre Mobili delle Questure di Cosenza e Catanzaro, e del Servizio centrale Operativo di Roma, i Finanzieri del Comando Provinciale di Cosenza, del Nucleo di Polizia Valutaria di Reggio Calabria, con il GICO del Comando Provinciale di Catanzaro e lo SCICO di Roma, con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro guidata da Nicola Gratteri, hanno dato esecuzione all’ordinanza cautelare, emessa dal GIP presso il Tribunale di Catanzaro, nei confronti di 202 indagati per associazione di tipo ‘ndranghetistico, associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, aggravato dalle modalità e finalità mafiose, associazione a delinquere finalizzata al gioco d’azzardo e scommesse, delitti di riciclaggio, autoriciclaggio e trasferimento fraudolento di beni e valori, nonché in ordine ad altri numerosi delitti, anche aggravati dalle modalità e finalità mafiose.

Contestualmente è stato eseguito, a cura dei Finanzieri GICO del Comando Provinciale di Catanzaro e lo SCICO di Roma, il sequestro preventivo d’urgenza di 78 fabbricati comprese 5 ville e 44 terreni, delle quote di partecipazione in attività produttive e commerciali in diversi settori, di 39 aziende tra cui alcune nel settore ‘gaming’ (scommesse online e sale-giochi), e poi 7 associazioni non riconosciute sportivo-ricreative, uno yacht, un aeromobile ultraleggero, un natante, 70 autoveicoli e 7 moto. Il tutto per un valore stimato in oltre 72 milioni di euro.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta