‘Ndrangheta, estorsione aggravata al villaggio Carrao di Cropani Marina: in tre in carcere

Avrebbero costretto il proprietario di alcune villette a pagare la guardiania alla cosca Trapasso

Catanzaro – Tre persone sono finite in carcere con l’accusa di tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose perché avrebbero costretto il proprietario di alcune villette situate in un villaggio turistico di Cropani Marina, il villaggio Carrao, in provincia di Catanzaro, a pagare la guardiania alla cosca Trapasso, egemone sul territorio.
Il carcere è stato disposto su richiesta della Dda dal Gip di Catanzaro, Paola Ciriaco, nei confronti di Leonardo Trapasso (53 anni) di Cutro (Crotone), Salvatore Macrì (54) di Cutro, e Stefano Roberto Cosco (46) di Petronà (Catanzaro).
In particolare – hanno ricostruito gli inquirenti – gli indagati “agendo in concorso e riuniti tra loro avrebbero compiuto atti diretti a costringere” il proprietario delle villette “a pagare la guardiania alla cosca Trapasso”, aggredendolo in diverse occasioni, anche con una mazza da baseball e con pugni: la vittima, che a causa di una di queste aggressioni ha anche subito un trauma cranico, ha denunciato tutto ai carabinieri di Cropani.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta