Raccolte quasi 2 tonnellate di rifiuti galleggianti nel Golfo di Genova, Campora: “In mare ogni anno più di 8 tonnellate di plastica”

Tra i rifiuti raccolti quest’estate anche assorbenti, filtri di sigarette, tavole, pezzi di bancali, polistirolo, cassette e lattine

Genova – 1.919 chilogrammi di rifiuti galleggianti tra plastiche, legname e materiale vario, raccolti complessivamente in 94 giornate di servizio tra giugno e settembre, svolto a titolo volontario negli specchi acquei genovesi tra Capolungo e Vesima, e nella darsena comunale davanti al Mu.Ma, il Museo del Mare. Un quantitativo quasi doppio rispetto all’estate scorsa, quando si era superata a malapena quota una tonnellata.

È il bilancio molto positivo dell’attività di protezione del litorale genovese effettuata durante la stagione balneare 2022 dall’associazione Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria su incarico del Comune di Genova.

La raccolta di rifiuti galleggianti in mare, effettuata in costante coordinamento con la Capitaneria di Porto e la Guardia Costiera di Genova, ha consentito di rimuovere una quantità considerevole di materiale dannoso per l’ambiente o pericoloso per i bagnanti.

Tre le principali categorie di rifiuti raccolti: materiale plastico vario (buste, bottiglie, contenitori, attrezzatura nautica o per la balneazione etc.), legname (tronchi, rami, tavole, pezzi di bancali, cassette etc.) e materiale vario (organico ed inorganico, prodotti ittici, lattine, polistirolo, assorbenti, rifiuti urbani, filtri di sigarette).

Sono stati inoltre rinvenuti rifiuti particolari di vario materiale, come una sedia in legno, un grande vaso in plastica, un grosso tronco, un mazzo di fiori da cerimonia ed infine la presenza della carcassa di un delfino.

Il servizio è stato prestato dai volontari della Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria con l’impiego di tre battelli ecologici, utilizzati rispettivamente nei tratti Vesima-Marina di Genova Aeroporto, Foce-Capolungo ed entrambe le frazioni di litorale nelle giornate di assenza dei primi due natanti.

“Per il 12° anno consecutivo si è rinnovata l’alleanza tra Comune di Genova e Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria per un’attività importantissima di pulizia del nostro mare”, ha dichiarato l’assessore all’ambiente del Comune di Genova, Matteo Campora.

“Il boom di rifiuti raccolti nell’estate 2022, compresa molta plastica, ci dice che tanto bisogna ancora fare per sensibilizzare la società sull’importanza di non inquinare l’ambiente e in particolare l’ecosistema marino, in cui ogni anno si riversano a livello globale 8 milioni di tonnellate di plastiche. Il Comune rilancia il messaggio positivo e propositivo lanciato dalla Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria e dalle altre associazioni che si prodigano nella pulizia di spiagge e mare, sostenendo con un ruolo da protagonista la Dichiarazione universale dei diritti degli Oceani che sarà approvata dall’ONU nel 2023 e preparandosi ad ospitare la regata The Ocean Race che, alla parte più propriamente agonistica, affiancherà un programma di educazione alla tutela e sostenibilità del mare”.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta