Mancato confronto con l’assessore Rosso, Bucci: “Vicenda utilizzata in maniera strumentale”

Bucci: “Genova è una città che ha sempre rispettato tutti. Chi esce dall’aula ha sempre torto

Genova – In chiusura di Consiglio il Sindaco Marco Bucci ha detto la sua sulla vicenda che ha coinvolto il suo assessore Lorenza Rosso. Di una cosa siamo certi, il primo cittadino sa difendere la sua squadra, senza concedere un millimetro di campo agli avversari e rubricando tutto come strumentalizzazione.

Come direbbero in Toscana, l’assessore Rosso ha fatto una bischerata, e tutto deve finire qui.

“Genova è una città antirazzista, e lo sarà in futuro. Così come possiamo dire che Genova ha sempre rispettato tutti, le comunità dei migranti, qualunque tipo di comuintà.

Noi restiamo vicini alla comunità ebraica, e io personalmente ho partecipato a più manifestazione di tutti i consiglieri che hanno parlato oggi, e continueremo a farlo.

Un incidente di questo tipo non può rompere tutto quello che è stato fatto in passato e quello che faremo in futuro.

Nel merito della meritocrazia, se c’è da prendere decisioni difficili l’ho sempre fatto. La Giunta ha avuto dei cambi, quindi non è che abbiamo paura.

Non è il caso. Meritocrazia vuol dire andare a premiare chi sa fare un lavoro e non avere in carico quelli che non fanno le performance richieste in quel momento.

In questo caso, quello che abbiamo fatto per risolvere il problema di domenica è stato apprezzato dalla comunità, e secondo me è sufficiente ad avere i buoni rapporti del passato.

Se qualcuno ritiene di utilizzare queste cose in termini strumentali , non ci stiamo a questo gioco, non ci stiamo a chi abbandona l’aula, perchè chi se ne va ha sempre torto”.

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta