Genova, firmato il protocollo d’intesa per il progetto di forestazione urbana, periurbana ed extraurbana

 Il progetto riguarda l’area localizzata sulle alture di Sestri Ponente, zona Bric Teiolo – Scarpino, per una superficie complessiva di 56 ettari, di cui 30 forestabili

Approvato dalla giunta comunale, su proposta del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, il protocollo d’intesa con Città metropolitana genovese per la realizzazione del piano, finanziato dal ministero della Transizione ecologica con 1,29 milioni di euro di fondi Pnrr (missione 2 – Forestazione Genova verde), per il progetto di forestazione urbana, periurbana ed extraurbana. In particolare, il progetto sul territorio comunale di Genova riguarda l’area localizzata sulle alture di Sestri Ponente, zona Bric Teiolo – Scarpino, per una superficie complessiva di 56 ettari, di cui 30 forestabili.

«Il progetto che abbiamo presentato come Comune di Genova – spiega il vicesindaco – rientra in quello più ampio della Città Metropolitana per la riforestazione del territorio. L’obiettivo è la piantagione di 30.000 nuovi alberi e arbusti per contribuire alla decarbonizzazione, rendere il nostro territorio ambientalmente più sostenibile e vivibile. Genova, secondo recenti statistiche, risulta il comune tra i più più verdi d’Italia: i progetti di riforestazione finanziati dal ministero puntano sull’implementazione del verde e da parte nostra, come amministrazione, in tutti i progetti di nuova realizzazione, a partire dal Waterfront di Levante, prevediamo sempre la presenza di un’ampia fetta di verde a destinazione pubblica. La porzione di territorio scelta per il progetto, che sarà oggetto di finanziamento ministeriale, è quella di Scarpino, una vallata che vogliamo valorizzare e mettere in sicurezza dal punto di vista ambientale, dopo la chiusura della discarica».

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta