Infiltrazioni criminali negli appalti: la Dia firma un accordo col Ministero della Cultura per tutelare i fondi del PNRR

Il protocollo prevede la verifica e il monitoraggio di tutti gli operatori economici che parteciperanno alle procedure di appalto

Roma – Nell’ambito delle attività di contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata nell’utilizzo dei fondi destinati agli investimenti pubblici, il Ministero della Cultura e la Direzione Investigativa Antimafia hanno sottoscritto oggi un Protocollo d’intesa per il rafforzamento della prevenzione e del contrasto alla criminalità organizzata che tenta di infiltrarsi nelle procedure di appalto, autorizzazione, concessione e riconoscimento di benefici economici anche relative agli interventi connessi al Pnrr.
L’atto è stato sottoscritto presso la sede del Ministero della Cultura, in via del Collegio Romano, dal Segretario Generale del Dicastero, Salvatore Nastasi, e dal Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Maurizio Vallone.
Il protocollo stabilisce una specifica attività di collaborazione per la verifica e il monitoraggio di tutti gli operatori economici che parteciperanno alle suddette procedure di appalto. Gli esiti degli accertamenti saranno ricondotti ai Gruppi Provinciali Interforze Antimafia delle varie Prefetture, al fine di assicurare un’efficace circolarità informativa con la Direzione Centrale della Polizia Criminale presso la quale opera il Gruppo Interforze Centrale.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta