Genova, i Carabinieri per la Tutela del Patrimonio sequestrano e poi restituiscono un ostensorio rubato 22 anni fa

Il prezioso ostensorio è stato trafugato 22 anni fa dalla Chiesa dei Santi Martino e Riccardo Pampuri di Peschiera Borromeo(MI)

 Genova – Il 5 novembre, militari del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale  di Genova, hanno restituito al Parroco, Don  Zaccaria  Mauro  Bonalumi,  amministratore della parrocchia dei Santi Martino e Riccardo Pampuri a Peschiera Borromeo (MI), un “ostensorio ainbrosiano in argento sbalzato” risalente alla  prima  metà  del  XVIII  sec., dotato di custodia originale in cuoio lavorato.

Il prezioso manufatto era stato rubato nel maggio dell’anno 2000 a Peschiera  Borromeo  (MI) nella Chiesa dei Santi Martino e Riccardo Pampuri dove venne sottratta persino la cassaforte e numerosi beni d’arte sacra.

L’indagine dei Carabinieri, coordinati in prima battuta dalla Procura della Repubblica di Genova e successivamente da quella Spezzina, ha avuto origine nel marzo 2021, quando l’Ufficio Esportazione  oggetti  e antichità  d’arte della Soprintendenza ligure  ha  richiesto allo speciale Reparto dell’Arma la verifica dell’ostensorio del quale era stata presentata regolare richiesta di esportazione.  Il riscontro  del bene  da  parte  dei  militari  all’interno della “Banca dati dei beni culturali illecitamente  sottratti”, ha dato avvio all’attività investigativa  che ha immediatamente consentito di sequestrare l’ostensorio che era stato venduto in un’asta cittadina.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta