Guerra in Ucraina, il ministro della Difesa ucraino, Oleksiy Reznikov aspetta aerei e carri armati dai paesi dell’Unione europea

Kiev, avremo carri armati e caccia dai nostri partner

Kiev – L’agenzia di stampa ucraina Unian ha riportato una dichiarazione fatta in conferenza stampa del ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov, dove sottolinea la sua convinzione che: “Kiev riceverà carri armati e aerei da combattimento dai Paesi partner dell’Ucraina che “sono molto pratici, pragmatici e realistici. Capiscono chiaramente che se forniscono un nuovo sistema, devono sapere che hanno munizioni nei magazzini, hanno missili, sistemi di riparazione, istruttori” per addestrare i soldati ucraini. Questi non sono solo negoziati politici, ma anche tecnologici e logistici. Sono ottimista e credo che i carri armati della Nato appariranno sul campo di battaglia. Non solo Leopard… sono convinto che avremo carri armati e persino aerei da combattimento”.

E sull’addestramento e le armi occidentali all’Ucraina il Ministro degli esteri russo Sergei Lavrov si è espresso qualche giorno fa dichiarando che “gli Stati Uniti e la Nato partecipano direttamente alla guerra, non solo rifornendo l’Ucraina di armi ma addestrando il personale militare sui territori di Gran Bretagna, Germania, Italia e altri Paesi”.

Il dubbio che il nostro Paese stia addestrando militari ucraini è più che un’ipotesi visto che da parte dei nostri partner Nato e Ue c’è molta stima nella nostra preparazione vista l’esperienza accumulata dai nostri istruttori in Iraq, Afghanistan e Libia.
Know how ben  superiore a quello di qualsiasi altro esercito europeo che si avvale di  una rete di centri di specializzati nell’addestramento anche di militari stranieri a cui non sarebbe difficile affiancare personale ucraino.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta