Marco Bucci era eleggibile, il tribunale di Genova respinge il ricorso

Finisce la vicenda giudiziaria iniziata con l’esposto di 21 persone

Genova – L’esposto sulla ineleggibilità di Bucci, firmato da 21 elettori genovesi tra i quali l’ex rettore dell’Università Paolo Comanducci, l’ex procuratore regionale della Corte dei Conti Ermete Bogetti e l’ex presidente del tribunale Claudio Viazzi, si basava sull’articolo 60 del Testo unico degli enti locali che indica i commissari di governo ineleggibili a sindaco, consigliere comunale e presidente di provincia e consigliere provinciale o circoscrizionale nel territorio dove svolgono la funzione. Bucci è commissario straordinario per la ricostruzione del ponte Morandi e per i ricorrenti la norma varrebbe anche in questo caso. Per i difensori di Bucci, invece, la rielezione è legittima perchè l’incarico di commissario straordinario per la ricostruzione non sarebbe assimilabile a quella di commissario di Governo.

E oggi il Tribunale di Genova chiude la vicenda e stabilisce che il sindaco era eleggibile. Il primo cittadino è stato difeso dall’avvocato  Pietro Piciocchi che ricopre anche la carica di Vicesindaco e assessore ai lavori Pubblici.

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta