Genova, Polizia locale: un arresto per rapina, resistenza, evasione e danneggiamento

Un trentenne dopo aver tentato di rubare liquori alla Coop ha dato in escandescenza: aggrediti e minacciati gli agenti, frantumato anche il vetro di un’auto di servizio

Genova –  E’ accaduto tutto tra il 6 e il 7 gennaio: l’uomo, un 30enne di nazionalità italiana, tossicodipendente e con numerosi precedenti penali, la sera dell’Epifania ha tentato di rubare dalla Coop di Piccapietra alcune bottiglie di liquori e vino. Bloccato dalle guardie giurate ha tentato di fuggire ed è stato fermato da una pattuglia del Nucleo Reati predatori della Polizia locale. In attesa della convalida dell’arresto è stato sottoposto ai domiciliari, ma la mattina del 7 gennaio, quando la pattuglia si è recata a casa dell’uomo per condurlo in Tribunale, il trentenne era scappato, rendendosi irreperibile.

Sono così iniziate le ricerche tra i vicoli del centro storico dove l’uomo è stato riconosciuto dagli agenti in piazza De Ferrari e nuovamente bloccato, non senza porre resistenza agli agenti, che sono stati aggrediti e minacciati, mentre dava in escandescenza, frantumando anche il vetro dell’auto di una delle pattuglie intervenute sul posto. In Tribunale è stato convalidato l’arresto e, riguardo il reato di rapina impropria, per il trentenne è stato disposto il divieto di allontanamento dall’abitazione, per l’episodio in piazza de Ferrari, invece, è stato denunciato a piede libero per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento.

 

 

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta