Napoli, la DIA sequestra il patrimonio di un esponente di vertice della camorra di Poggiomarino

Sequestrati beni per circa tre milioni di euro

Napoli – Anni di attività illecite tra associazione di tipo mafioso, estorsione, sequestro di persona, lesioni personali, rapina e detenzione di armi da fuoco, hanno permesso al boss di Poggiomarino, scarcerato nel 2021 dopo una lunga detenzione, di accumulare un ingente patrimonio che la DIA ha messo sotto sequestro in queste ore.

I beni sequestrati sono costituiti da 14 unità immobiliari (terreni ed appartamenti) nei comuni di Striano, Terzigno e Poggiomarino , quote sociali e beni aziendali di due imprese operanti nel settore della somministrazione di alimenti e bevande, rapporti finanziari, polizze vita nonché  numerosi orologi di valore.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta