Varato il secondo impalcato del Nodo di San Benigno

L’adeguamento del Nodo di San Benigno è previsto nel Piano di Investimenti di Autostrade per l’Italia con una spesa di circa 51 Milioni di euro

Genova – È stato completato il varo del secondo impalcato del Nodo di San Benigno iniziato sabato mattina, e che fa parte del complessivo sistema di collegamento che permetterà di connettere direttamente la sopraelevata Aldo Moro con il lungomare Canepa direzione ponente, alleggerendo il congestionamento sull’elicoidale. Il primo impalcato era stato posizionato domenica scorsa.

Al fine di creare meno interruzioni possibili alla viabilità di via di Francia, i due impalcati metallici, uno da 25 mt e l’altro da 30 mt circa e larghi 7,5 mt, con un peso di circa 100 tonnellate ciascuno, sono stati assemblati a terra per poi essere posizionati sulle pile precedentemente predisposte a tal fine.
L’adeguamento del Nodo di San Benigno, nel comune di Genova, è previsto nel Piano di Investimenti di Autostrade per l’Italia con una spesa di circa 51 Milioni di euro. Si tratta di un intervento che mira a risolvere i le criticità presenti nell’area dell’elicoidale, facilitando gli spostamenti da e per il Porto, nel collegamento per il casello di Genova Ovest in entrata e in uscita  e e nella direzione levante e ponente e viceversa. e per la sua complessità è stato oggetto di un lungo confronto con gli enti locali volto a migliorane ogni aspetto trasportistico e tecnico anche in funzione dello sviluppo urbanistico della città.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta