Partecipate del Comune di Genova: il rilancio è possibile

Genova – Stefano Balleari, Vicesindaco di Genova con deleghe al Trasporto pubblico locale e mobilità, ha incontrato ieri, nel suo ufficio di Palazzo Tursi, i sindacati autonomi degli autoferrotranvieri.
“Un incontro stimolante” lo definisce e aggiunge che “le persone che ho incontrato oggi hanno una gran voglia di lavorare e di collaborare. Questo a me piace molto”.
Poi sottolinea ancora l’intenzione di questa amministrazione di mantenere AMT in house: “Per mantenere AMT in mano pubblica abbiamo bisogno dell’aiuto dei lavoratori, innanzitutto. Questa è una cosa importante che va al di là delle ideologie”.

Un incontro giudicato positivo da entrambe le parti: “Pare una persona molto interessata al suo mandato” evidenzia Marco Marsano, segretario di OR.S.A. Tpl Genova, e ribadisce: “Abbiamo rilevato finalmente estrema attenzione e partecipazione da parte del nuovo assessore, che spesso ci ha interrotto per fare domande mirate e chiedere chiarimenti”.
Si è parlato di sprechi, delle problematiche della manutenzione, dei diritti dei lavoratori e dei cittadini utenti: “Abbiamo ipotizzato la possibilità di riportare in AMT un polo manutentivo” continua Marsano e spiega: “Perché un’azienda di trasporto pubblico non può prescindere dalle officine”.

Infine, alla nostra domanda su quali differenze abbiano trovato rispetto all’amministrazione precedente, il segretario di OR.S.A ci risponde che: “Arrivano con l’entusiasmo della prima volta e dimostrano di voler provare a cambiare le cose. Noi daremo loro una mano. Se l’amministrazione è intelligente, userà il trasporto pubblico come biglietto da visita vincente”.

Simona Tarzia

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.