Commemorazione RSI, Putti (Chiamami Genova): “Non ho capito se il 5 maggio andremo a Quarto e poi sulle tombe dei Borbone”

Genova“Perché commemorare i caduti di Salò e proprio nelle vicinanze del 25 aprile? E con la fascia tricolore? È stata una cagata pazzesca!“.

Non usa mezzi termini Paolo Putti, capogruppo di Chiamami Genova, che giudica gli avvenimenti di questo pomeriggio, in Consiglio Comunale, come la solita mancanza di assunzione di responsabilità da parte della maggioranza: “Io speravo di sentire, oggi, dal Sindaco che c’era stato un errore, che aveva perso di vista un consigliere per qualche minuto e ha fatto una cosa che non doveva fare”.

Di certo l’intervento del Sindaco, poco efficace e dove non c’è stata una presa di posizione chiara, ha lasciato perplessi un po’ tutti:  il pubblico che gridava “ce l’avete dietro la medaglia”, i giornalisti ai quali non ha risposto, l’opposizione che dopo il suo discorso ha abbandonato l’aula.

Continua Putti: “C’è stato il solito atteggiamento per cui si sposta l’attenzione su altro, su #Genovameravigliosa, e non ci si assume quella responsabilità, magari piccola, però importante”, e poi tiene a precisare: “Eravamo in un momento in cui si commemorava il 25 aprile, il sacrificio di tanta gente, e tu vai a commemorare i caduti di chi cercava di mantenere l’Italia sotto una dittatura?”.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.